L’amore ai tempi del “bufo bufo”

Gianni Menichetti che vive da più di quarant’anni nel Vallone Porto di Positano, canyon selvaggio e protetto, è tra i principali conoscitori della biodiversità della Costiera amalfitana. Ogni specie animale ha i suoi riti e le sue stagioni. E per il rospo comune è il periodo dell’accoppiamento…

Il Bufo Bufo in una foto di Joanna Pallaris

L’accoppiamento del Bufo bufo in una foto di Joanna Pallaris

Quest’anno il periodo dell’accoppiamento del Bufo bufo, cioè rospo comune, è iniziato con un ritardo di circa un mese. I richiami baritonali dei maschi spesso incominciano nei primi giorni dell’anno nuovo (quest’anno alla fine di gennaio). Le prime coppie sono apparse a metà febbraio. Il “legittimo” compagno che la femmina trasporta avvinghiato sul dorso, una volta in acqua dovrà lottare contro gli altri maschi a furia di calci per mantenere il suo status. Spesso deve intervenire per liberare la femmina dagli amanti “indesiderati” che avvinghiandosi a lei, la possono soffocare, specialmente se l’acqua è più profonda ed ella non può risalire.

Una femmina di rospo depone miglia di uova, seimila o anche più, in lunghi cordoni gelatinosi. Le uova vengono fecondate mentre la femmina le depone. Queste lunghissime collane di uova vengono ancorate a rami o pietre sott’acqua. Finita l’ovo deposizione le femmine ritornano alla loro vita terrestre, mentre alcuni maschi rimangono a guardia delle uova.

Dopo un paio di settimane le uova si schiudono. I girini giungono alla metamorfosi entra circa tre mesi, per andare a nascondersi nella terra. Incredibile ma vero, questo anfibio anuro, cioè senza la coda, che qui nel Vallone Porto è presente in numero assai elevato, è classificato nella Lista Rossa dei vertebrati italiani come VU, cioè Vulnerabile!

(Il Porto, Gianni Menichetti)

La foto del Bufo bufo è stata scattata nel vallone Porto di Positano da Joanna Pallaris.

Leggi la scheda sul Bufo Bufo https://www.cielomareterra.org/node/97

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook